News

“Salutiam divotamente” Concerto di Musica Antica dei Cantoria Mevaniae

  • giugno 26, 2015

Domenica 28 giugno 2015 ore 12 – Chiesa di San Silvestro Bevagna

“Salutiam divotamente”

La devozione popolare mariana nel medioevo

Concerto di musica Antica dei Cantoria Mevaniae

Nell’ Italia centrale, in età medievale, periodo di grandi cambiamenti culturali, la diffusione della religione cristiana occupa un posto di primissimo piano.
Tralasciando gli aspetti teologici e religiosi, è possibile rilevare quanto l’evangelizzazione del mondo occidentale abbia operato, a livello storico, una linea netta di divisione con l’età antica.

La spinta vitale della nuova religione innesca, proprio in quel periodo, il sentimento popolare in una successione di partecipazione di massa che si manifesta negli strati più diversi della società.
Ed è la figura di Maria, madre di Cristo, a stimolare, per la sua peculiarità, l’immaginario popolare diventando l’interlocutore privilegiato con il Dio che il popolo non “vede materialmente”, l’anello di
congiunzione con l’ultraterreno, la divinità manifestata. Maria diviene l’essere umano più nobile, figura di donna perfetta, nel quale trovare le radici della fede cristiana, per la sua verginale maternità e per il santo concepimento di Cristo, figlio di Dio.
La sua venerazione, così intensa e sentita, è motivo di ispirazione per poeti, letterati, pittori e musicisti oltre che della costruzione di molti santuari nei luoghi delle apparizioni e delle adorazioni popolari, teatro di pellegrinaggi che assumono in quei secoli i connotati di vero e proprio fenomeno collettivo.

Lo sforzo che produciamo in questo progetto, attraverso la musica e la poesia, è quello di offrire le massime espressioni musicali della devozione popolare mariana nel medioevo.
I brani musicali sono tratti dal “Laudario di Cortona” , dalle “Cantigas de Santa Maria” e dal “Llivre Vermell di Montserrat”.
Il “Laudario di Cortona”, primo esempio di testo musicato scritto in volgare, è un codice di confraternita, redatto alla fine del ‘200 in maniera assai semplice, senza miniature e abbellimenti, che serviva per avvicinare, nella loro lingua, il popolo alla vita e alla parola di Cristo, di Maria e dei Santi.
Le “Cantigas de Santa Maria” sono una raccolta di composizioni strettamente monofoniche in onore della Vergine Maria che raccontano le storie e i miracoli avvenuti tramite l’intercessione della Vergine.
Il “Llivre Vermell di Montserrat”, metà del XIV° secolo, è l’unico codice medievale riportante appunti, indicazioni, danze e musiche, ad essere stato redatto per munire i pellegrini, che si recavano al santuario della Vergine Nera sul Montserrat, nei pressi di Barcellona, prima dell’incontro con la statua della Madonna, delle necessarie informazioni per tenere l’atteggiamento più adatto per la purificazione dello spirito e l’innalzamento trascendentale.

La musica è intramezzata dalla lettura di tre monumenti poetici e letterari del Medioevo: lo “Stabat Mater” di Frà Jacopone da Todi, sublime laude di elevato coinvolgimento emotivo, nella versione in volgare di Franco Sacchetti, il “Saluto alla Beata Vergine” di San Francesco, una delle preghiera alla Vergine Maria più belle e emozionanti e l’incipit del trentatreesimo canto del Paradiso di Dante, l’ultimo canto della Divina Commedia “ Vergine Madre, figlia del tuo figlio”.

Programma

Salutiam divotamente – Lauda del Laudario di Cortona
Troppo perde ‘l tempo – Lauda del Laudario di Cortona
Saluto alla Beata Vergine – Preghiera di San Francesco d’Assisi – Recitativo
Stava la Madre – Lauda di Frà Jacopone da Todi – Recitativo
Deus te salve groriosa – Cantiga n°40 de Santa Maria – Strumentale
Quen bona dona querra – Cantiga n° 160 de Santa Maria
Rosas das rosas – Cantiga n° 10 de Santa Maria
Dized’ai trobadores – Cantiga n° 260 de Santa Maria
Quale a santivigada – Cantiga n° 330 de Santa Maria
Muito deveria – Cantiga n° 300 de Santa Maria – Strumentale
Vergine Madre, figlia del tuo figlio – Canto 33° Paradiso, Divina Commedia di Dante Alighieri – Recitativo
Stella Splendens – Llivre Vermell de Montserrat
Imperayritz de la ciutad joyosa – Llivre Vermell de Montserrat
Los set goytx – Llivre Vermell de Montserrat
Cuncti simus concanentes – Llivre Vermell de Montserrat

CANTORIA MEVANIAE
Ensamble di musica antica

Corale e coristi:
Lorenzo Lolli
– bendir, riqq, darboukka, tamburello
Mario Lolli – oud, chitarra moresca
Filippo Calandri – tromba da tirasi, corno naturale
Matteo Nardella – cornamusa, bombarda, cennamella, flauti
Giacomo Silvestri – cornamusa, bombarda, flauti, liuto
Giordano Ceccotti – viella, ribeca, sinfonia
Elga Ciancaleoni – direttore musicale

cantoriamevaniae.weebly.com