News

Manifestazioni in Umbria, Santificetur “Troppi eventi, serve cabina di regia”

  • giugno 15, 2016

Un weekend in cui si sovrappongono gli appuntamenti con le rievocazioni storiche della regione. Il Podestà del mercato delle Gaite chiede la costituzione di un tavolo regionale per lavorare in sinergia

“Il Mercato delle Gaite si svolge da oltre trent’anni in un periodo ben conosciuto, a livello regionale e nazionale, troviamo pertanto ingiustificabile, la scelta di programmare nuovi eventi, dimostrando mancanza di strategia nella gestione regionale e comprensoriale del settore”.

E’ duro lo sfogo di Angelo Santificetur, Podestà del Mercato delle Gaite di Bevagna.

“Chiederemo ufficialmente la costituzione di un tavolo regionale, anche perché – ricorda il Podestà – lo scorso anno il sindaco di Foligno ci invitò a a far parte di una cabina di regia territoriale per la promozione degli eventi, che non ebbe più seguito. Non siamo contro altri eventi o città – spiega Santificetur – anzi vogliamo lavorarci insieme per una valorizzazione reciproca, come abbiamo fatto in sinergia col Calendimaggio di Assisi”

La polemica scoppia dopo l’annuncio da parte dell’Amministrazione comunale del capoluogo umbro che fissa a sabato 18 giugno la finale dell’appuntamento con Perugia 1416, la prima edizione della rievocazione storica perugina.

Perugia ha fissato la sua rievocazione nel giorno del nostro Banchetto Medievale, ed ora si accavallerà anche col primo sabato del programma. Trevi e Montefalco organizzeranno la Notte Romantica la serata precedente il finale del Mercato delle Gaite, e come se non bastasse – prosegue –  questo week end ci saranno corteo storico e giostra della Quintana a Foligno, dove domenica si svolgerà pure la Cena in Bianco.

“A questo punto – conclude Santificetur – anche noi possiamo valutare l’idea di prolungare il periodo di festa”.

Articolo a cura di tuttoggi.info